Aceptar
Utilizamos cookies propias y de terceros para mejorar la experiencia de navegación y ofrecer contenidos y servicios de interés.
Al continuar con la navegación, entendemos que se acepta nuestra política de cookies.

Fiumi e bacini

- 19074_1371372006112854.jpgLa rete idrografica del comune, relativamente densa però di piccolo corso, si articola, essenzialmente, in due bacini: quello del Piles, ad est e quello del Aboño-Pinzales, ad ovest, le cui incisioni sul terreno danno origine ad un'unità topografica che coincide praticamente con i limiti del territorio Comunale.

Su entrambi i bacini versano le proprie acque una moltitudine di ruscelli (Meredal, Llantones, Tremañes, San Miguel, Peña Francia, Lloreda, Veranes, La Braña ... ) che, assieme ad abbondanti sorgenti che affiorano in tutto il territorio, rendono evidente una sovraeccedenza idrica importante.

Il bacino de San Andrés de los Tacones, che provvede al complesso siderurgico di Aceralia, vecchia ENSIDESA, costituisce, allo stesso tempo un ambiente particolarmente interessante dal punto di vista tecnologico, frequentato da importanti uccelli migratori. Construito nel 1964,è situato nella zona occidentale di Gijón, tra le frazioni di Tacones e Serín.

Elencando con i fiumi e le dighe più importanti di Gijón: